Francesco Cavalli

Interrogazione

Costi della ristrutturazione della Casa Anziani San Donato di Intragna


28 marzo 2011

Lo scorso 13 marzo si sono tenuti i festeggiamenti per la conclusione dei lavori di ristrutturazione e ampliamento della Casa Anziani Regionale San Donato di Intragna, che, va chiarito, di regionale ha solo il nome, in quanto le redini sono saldamente nelle mani del Comune sede (tramite il sindaco-presidente) e della Curia vescovile.
Per comprensibili motivi l’inaugurazione ha avuto luogo quantunque i lavori non siano del tutto terminati; in particolare manca ancora la centrale termica a legna che doveva essere uno degli elementi qualificanti della rinnovata struttura.
Con questa interrogazione non voglio ritornare sulla situazione di disagio segnalata con l’atto parlamentare del 6 agosto 2010, benché la risposta del Consiglio di Stato non mi abbia del tutto soddisfatto.
Mi interessa ora ottenere un quadro preciso dei costi sostenuti per la ristrutturazione della Casa Anziani e, in particolare, conoscere l’entità del sorpasso rispetto preventivo iniziale di 10 milioni, in base al quale il Gran Consiglio aveva stanziato, nel 2006, un credito a fondo perso di 4.5 milioni e un prestito LIM di un milione.
Dalla risposta del Consiglio di Stato alla già citata interrogazione del 6 agosto 2010, risulta che: “A fine maggio 2010 la Fondazione ha inoltrato una richiesta di aggiornamento del preventivo, con relativa domanda di aiuto finanziario supplementare. Tale richiesta è stata parzialmente accolta dopo le opportune verifiche e valutazioni da parte delle unità amministrative competenti.” Tuttavia non veniva fornita alcuna cifra.
Ritenuto che il sorpasso del preventivo possa essere giustificato da imprevisti o da necessità oggettive per garantire una migliore qualità di vita agli ospiti della Casa per Anziani, a maggior ragione si giustifica la massima trasparenza. Al contrario la mancanza di trasparenza può generare inutili discussioni o illazioni.

Per questi motivi, ricordando che lo scorso 15 marzo il Gran Consiglio ha varato una nuova legge sull'informazione e sulla trasparenza dello Stato, formulo le seguenti domande:

  1. A quanto ammonta esattamente il sorpasso di spesa rispetto al preventivo di 10 milioni? Il preventivo aggiornato è stato oggetto di approvazione governativa?

  2. Quali sono le componenti principali dei costi supplementari? Erano tutte strettamente necessarie?

  3. Il Consiglio di Stato, nell’ambito delle sue competenze, ha concesso aiuti finanziari supplementari? Se sì per quale importo?

  4. Una nuova domanda di sussidio sarà sottoposta al Gran Consiglio?

Con la massima stima

Francesco Cavalli


Atti parlamentari
Prima pagina